Latte provoca il cancro alla prostata

In Italia nuovo farmaco anti-cancro alla prostata, toglie 'benzina' al tumore...

Non contribuire a curare la prostatite

Il consumo di latticini, in particolare di latte, è considerato un fattore di rischio per lo sviluppo del cancro alla prostata, sebbene i risultati siano discordanti. Inoltre, le correlazioni tra il consumo di latte e il cancro alla prostata sono suscettibili di confondimento a causa di altri fattori come la dieta e lo stile di vita. Ad esempio, un recente studio [2] ha dimostrato che il latte stimola la crescita delle cellule tumorali della prostata in vitro. Sono stati ipotizzati diversi meccanismi mediante i quali il latte potrebbe promuovere la comparsa di un cancro alla prostata.

I dati provenienti da ciascun insieme di prove modelli umani, animali e genetici sono stati valutati attentamente utilizzando degli specifici protocolli per il rischio di bias RoB e classificati utilizzando il Grading of Recommendations Assessment, Development, and Evaluation GRADE. I termini di ricerca completi sono inclusi nei box supplementari Abbiamo incluso articoli originali pubblicati su riviste peer-review compresi i supplementi e gli abstract dei meeting ; sono stati escluse recensioni, libri, commentari e lettere.

Gli studi sugli animali che presentavano solo dati sulle linee cellulari o che utilizzavano segni caratteristici del cancro come risultato [10] sono stati analizzati separatamente; quindi i risultati non sono presentati qui.

Abbiamo incluso sia studi randomizzati che studi osservazionali. Abbiamo incluso studi che utilizzavano come controllo soggetti sani o con iperplasia prostatica benigna BPH. Abbiamo escluso gli articoli quando il PCa non era un risultato definito. I dati sono stati estratti in maniera indipendente e in doppia copia per ogni studio SH, RL e i disaccordi risolti grazie alla discussione.

Quando il tempo intercorso tra la raccolta dei campioni e la diagnosi non era ben chiaro, abbiamo cautamente classificato gli studi come retrospettivi. Abbiamo estratto i dati che erano completamente corretti, ma che non includevano, correzioni comuni per un fattore di crescita diverso ad esempio, IGF-I corretto per IGFBP-3 e viceversa. Pertanto, gli studi che esaminavano i livelli di IGF liberi sono stati inclusi a sostegno delle prove.

Studi sul rapporto IGF -latte. Abbiamo estratto i p -value e le dimensioni del campione da tutti gli studi. Preferibilmente sono stati raccolti dati relativi agli uomini piuttosto che relativi alle donne perché il risultato finale che ci interessava era il cancro alla prostataseguiti poi da dati collettivi e infine da dati solo femminili. La principale difficoltà nel combinare tutti gli studi che esaminavano le correlazioni tra latte, prodotti lattiero-caseari e proteine derivate da essi con IGF e IGFBP, era il grado di eterogeneità tra questi studi.

I progetti di studio spaziavano da studi randomizzati condotti nel corso di decenni fino a studi osservazionali a breve termine; le esposizioni latte, latticini e proteine latte provoca il cancro alla prostata da essi erano differenti e misurate in maniera diversa nei vari studi; i partecipanti allo studio variavano per età, etnia e localizzazione.

Il grafico albatros consente di interpretare i p -value nel contesto dello studio della dimensione del latte provoca il cancro alla prostata. Gli studi piccoli appaiono verso la parte bassa del grafico e quelli grandi verso la parte alta. Quando non è stata riportata alcuna media, mediana o intervallo, si è ipotizzato una distribuzione normale basata sulla media e sulla DS del gruppo utilizzato per generare i quantili di solito quello di controllo.

Questa distribuzione è stata utilizzata per calcolare il range del quantile e quindi la media di ogni quantile. Se venivano presentate solo analisi di sottogruppo e non analisi di un caso nel complesso vs. Per i dati in quantili, la SD è stata calcolata utilizzando il metodo presentato da Chêne e Thompson [13]. Meta analisi ad effetti random e a d effetti fissi.

Gli effetti di uno studio piccolo sono stati valutati mediante la verifica di funnel plot e il calcolo dei test di Egger e Begg [18, 19]. Analisi di sottogruppo. Per valutare se i fattori di crescita fossero associati a tumori della prostata in stadio avanzato, abbiamo condotto una meta-analisi separata utilizzando i dati degli studi che esaminavano questo risultato. Abbiamo generato forest plot per tutti i fattori di crescita e per le analisi degli esiti di cancro alla prostata tutti i tipi e gli stadi avanzati ; questi plot sono stati stratificati mediante studi prospettici e retrospettivi e da studi rilevati mediante PSA e clinicamente.

La differenza tra le stime dei sottogruppi è stata esplorata utilizzando il metodo di Altman e Bland [20]. A causa della varietà degli studi inclusi nella meta analisi e della necessità di sviluppare una valutazione coerente del rischio di biasabbiamo sviluppato uno strumento per determinare il rischio complessivo di bias per ogni studio, utilizzando le categorie di latte provoca il cancro alla prostata provenienti da una versione dello strumento ROBINS-I [21 ], e le domande per aiutare a valutare il rischio di bias provenivano da questionari caso-controllo CASP e da questionari di coorte [22, 23].

Ogni categoria prevedeva domande progettate per aiutare a valutare il rischio di bias; queste latte provoca il cancro alla prostata a seconda del tipo di studio ad es. È stato assegnato un rischio di bias complessivo e specifico per categoria: o ridotto, moderato, serio, critico o non chiaro. La maggior parte degli studi di coorte umani su IGF-PCa non ha fornito informazioni sui dati mancanti dei pazienti persi al follow-up, quindi questi documenti sono stati considerati avere un RoB almeno moderato, proprio a causa della mancanza di questi dati.

Per quanto riguarda gli studi sul latte, se solo una sottocategoria di RoB risultava poco chiara, veniva preso in considerazione il livello di bias che la sottocategoria avrebbe potuto causare. Ad esempio, il latte provoca il cancro alla prostata potrebbe avere un grande impatto sul rischio di bias e pertanto un rischio non chiaro verrebbe considerato come un rischio di bias serio.

Viceversa, il resoconto dei risultati ha un impatto relativamente minore sul rischio di bias e pertanto si presume che questo rischio definito non chiaro sia da considerare come un rischio di bias moderato. Il rischio di bias complessivo di uno studio era basato sulla sottocategoria con il maggior rischio di bias. Il punteggio generale GRADE è stato utilizzato per fornire una misura della qualità complessiva delle prove fornite dai risultati.

Nessuno dei 31 studi sul rapporto latte-IGF è latte provoca il cancro alla prostata escluso a causa del RoB e tutti sono stati inclusi in almeno un albatros plot e nella sintesi narrativa dei differenti IGF, ad eccezione di due studi [27, 28] che miravano ad esiti qualitativamente differenti e che quindi non sono stati inclusi negli albatros plot e considerati separatamente nella sintesi narrativa. Tre studi stratificavano i risultati per etnia; i sottogruppi di appartenenza etnica sono stati considerati come dati separati negli albatros plot [].

Non sono stati inclusi gli studi animali sul rapporto latte-IGF, a causa di esposizioni irrilevanti o di risultati di scarso interesse; come parte dei progetti di studio la maggior parte degli animali è stata esposta al consumo di colostro durante i primi 6 mesi di vita. Dei studi umani sul rapporto IGF- PCa89 includevano dati disponibili sui livelli sierici di IGF utili per le meta analisi; i restanti 43 studi son o stati considerati come prove a supporto in quanto non contenevano dati utili per le meta -a nalisi [].

Degli 89 studi con dati utili per la meta- analisi, 16 avevano un RoB serio tutti retrospettivi [], 47 avevano un RoB moderato 23 prospettici, 24 retrospettivi [8, 26, 34, ], 8 avevano un RoB basso tutti studi solo genetici [] e 7 avevano un RoB non chiaro cinque solo geneticidue retrospettivi [25, ].

Undici studi osservazionali sono stati esclus i dalla meta-analisi a causa di un RoB critico uno prospettico, uno genetico e nove retrospettivi []. Tre documenti non contenevano informazioni sufficienti per poter calcolare un OR [25, 15 1, ], pertanto sono stati utilizzati i dati della precedente meta-analisi di Rowlands [8], visto che Rowlandscome parte del protocollo di estrazione dei datilatte provoca il cancro alla prostata contattato gli autori dello studio per ulteriori informazioni.

Il rischio complessivo di bias in tutti gli studi su gli animali non era chiaro. La maggior parte degli studi erano trasversali; gli studi prospettici hanno avuto una durata del follow-up che andava da 1 settimana fino a latte provoca il cancro alla prostata anni. Il range di età dei partecipanti, quando è stato misurato il risultato, variava tra i 2 e gli 86 anni; la maggior parte degli studi si concentrava su soggetti di etnia caucasica.

La DS del latte variava tra gli studi, soprattutto perché questi studi differivano nella tipologia di misurazione riguardante le di latte ad esempio, grammi al giorno, millilitri al giorno, porzioni al giorno.

Tuttavia, Hoppe [53] e Rogers [43] riportano che una SD è di circa ml e Hrolfsdottir [54] riporta che una SD è di circa ml, quindi sebbene non sia possibile determinare una quantità esatta di latte per SD, una stima che si avvicina tra i e i ml sembra appropriata.

Tabella 4 Risultati per tutte le associazioni latte-IGF, incluse le analisi per sottogruppo. Dopo un mese, i livelli medi di IGF-I erano saliti da Poiché nessuno studio ha privato i partecipanti del latte e dei latticiniquesto studio rappresenta la migliore stima della differenza tra i livelli di IGF-I e un consumo di latte molto basso e scarso, anche se il numero limitato di bambini limita la nostra capacità di trarre conclusioni definitive. Un maggior effetto è stato evidenziato anche nello latte provoca il cancro alla prostata Hoppe [53], in cui 24 bambini di 8 anni sono stati suddivisi in due gruppi di uguali dimensioni; al primo gruppo è stato chiesto di bere 1,5 l di latte scremato al giorno, al secondo gruppo di mangiare g di carne magra al giorno, insieme alla restante dieta abituale fino alla scelta.

Dopo 7 giorni, il livello di IGF-I dei bambini del gruppo latte è aumentato da Gli studi prospettici di coorte e quelli retrospettivi in generale hanno mostrato un effetto nullo o positivo, in linea con quello, anche se generalmente più debole, riscontrato negli studi randomizzati RCT e negli studi sperimentali non randomizzati. Per quanto riguarda gli studi trasversali, sembra esserci poca differenza tra gli studi condotti sui bambini e sugli adulti.

Le due associazioni negative, osservate negli studi di Ben-Shlomo e Martin, erano relativamente forti con valori p di 0. Nel documento Martin, nel periodosono state condotte indagini sul tipo di diete e sulla salute fisica su bambini di età compresa tra gli 0 e i 19 anni età media 7 anni e questi bambini sono stati poi rintracciati e invitati ad un follow-up latte provoca il cancro alla prostatadurante il quale gli sono stati misurati i livelli di IGF.

Il p value combinato era 4. Gli effetti stimati sono coefficienti beta standardizzati. Il P value combinato era 0. Livelli circolanti di IGF e rischio di cancro alla prostata. In totale, 59 studi sono stati inclusi in questa meta-analisi, rappresentati da 18 studi prospettici e 41 studi retrospettivi.

Tutti i risultati presentati sono latte provoca il cancro alla prostata da meta-analisi ad effetti random, mentre i risultati sugli effetti fissi sono stati commentati solo se necessario. La discrepanza era molto maggiore tra gli studi retrospettivi rispetto agli studi prospettici in tutte le analisi dei sottogruppi e nel complesso.

Screening del PSA versus identificazione clinica. Fig 4. Forest plot per tutti gli studi che presentano dati latte provoca il cancro alla prostata livelli circolanti di IGF-I in relazione al rischio di PCa, stratificati per progetto di studio prospettico vs. Altri 46 SNP o geni sono stati identificati durante la review; tuttavia, soltanto una serie di dati era disponibile per 42 degli SNP e due serie di dati per quattro degli SNP tabella supplementare 2.

Ancora una volta, tutti i risultati presentati derivano dalla meta-analisi ad effetti casuali. Forest plot per tutti gli studi che presentano dati sui livelli circolanti di IGFBP-3 in relazione al rischio di PCa, stratificati per progetto di studio prospettico vs.

Sette degli otto studi hanno evidenziato differenze statisticamente significative tra i modelli sperimentali e quelli di controllo, con un piccolo livello di concordanza tra i risultati Tabella 6.

Gli studi rimanenti presentavano dati solo sulle caratteristiche del cancro come esiti e pertanto sono stati inclusi anche questi solo come prove a sostegno []. I risultati degli studi individuali non erano generalmente coerenti tra di loro e quindi non hanno influenzato le nostre conclusioni generali.

I risultati sono presentati nelle Tabelle complementari 3, 4 e 5. Tabella 6 Caratteristiche latte provoca il cancro alla prostata studi animali su IGF-PCa, ordinati per tipologia di studio modelli transgenici o xenotrapianti e anno di pubblicazione.

Solo 11 studi osservazionali umani sono stati classificati come aventi un RoB critico e quindi, in base a questo, esclusi dalla meta-analisi. Per le associazioni tra tutti gli altri biomarcatori IGF, vi erano prove di livello molto basso di eventuali effetti. Per i dettagli latte provoca il cancro alla prostata sulle valutazioni GRADE, vedere Tabelle supplementari 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17 e Alla fine abbiamo ritenuto che ci fossero probabilmente delle sostanziali bias di pubblicazione.

Sulla base della sintesi complessiva dei dati, vi erano prove moderate del fatto che il consumo di latte fosse associato positivamente ad un aumento dei livelli di IGF-I e di IGFBP I risultati provenienti dalla nostra analisi IGF-PCa riflettono quelli della precedente meta-analisi [8]; tuttavia, la forza delle associazioni viste nel presente documento sembra essere più piccola; In questo studio i valori di OR per tutte le tipologie di molecole IGF erano tra lo 0.

Questo studio fornisce quindi una valutazione definita e latte provoca il cancro alla prostata della precedente associazione IGF-PCa. Sia lo studio attuale che lo studio di Rowlands hanno evidenziato una sostanziale differenza tra la qualità degli studi retrospettivi e prospettici, sia in termini di eterogeneità che di possibili bias di pubblicazione; in generale, gli studi retrospettivi avevano una maggiore quantità di incongruenze e mostravano una maggiore asimmetria nei grafici ad imbuto.

Tutti gli otto latte provoca il cancro alla prostata esclusi da questo studio, ma inclusi in quello di Rowlands, erano retrospettivi; questo potrebbe aver contribuito alla relativa imprecisione dei suoi risultati, oltre a renderli più estremi. Poiché il dosaggio del PSA è diventato la normale metodica di screening per il cancro alla prostata negli Stati Uniti e in molti altri paesi del mondo, i casi di cancro alla prostata vengono scoperti precocemente e con malattia più indolente.

Pertanto, gli studi più recenti hanno probabilmente un diverso mix di casi rispetto a quelli precedenti, con una percentuale maggiore di tumori precoci e indolenti. Secondo la nostra conoscenza, il GRADE non è stato precedentemente applicato agli studi sugli animali in questa maniera.

Ci sono prove che suggeriscono che anche i livelli di IGBP-3 circolante possono aumentare con il consumo di latte; tuttavia, questa proteina legante sembra avere un effetto protettivo nei confronti del rischio di PCa Figura 5.

Questo risultato è stato evidenziato solo in studi retrospettivi; come tale, dovrebbe essere interpretato con la dovuta cautela poiché gli studi prospettici sono generalmente più forti.

I risultati per IGF-II, IGFBP-1 e IGFBP-2 su entrambe le braccia dello studio suggeriscono la mancanza di latte provoca il cancro alla prostata percorso completo per poter collegare il consumo di latte al rischio di PCa, mediante questi IGF; questo è dovuto in gran parte alla scarsità di studi che hanno esaminato questi biomarcatori, infatti ulteriori studi futuri potrebbero aiutarci a comprendere meglio. I dati ricavati dagli studi sugli animali e dai risultati degli studi su prove a supporto erano altamente eterogenei, comprendevano una grande varietà di progetti di studio, latte provoca il cancro alla prostata ed esposizioni relative a IGF e rischio di PCa; in quanto tale, non è stato possibile effettuare meta-analisi dettagliate per questi dati.

Quando i livelli di IGF-I sono stati ridotti dalla produzione di anticorpi anti IGF-I [], il volume del tumore si è ridotto rispetto ai latte provoca il cancro alla prostata di controllo, mentre il volume del latte provoca il cancro alla prostata era maggiore negli animali knockout IGFBP-3 [].

Questi studi supportano quindi le associazioni riscontrate nelle indagini su IGF-PCa condotte negli umani. Quando si integravano i dati provenienti da tutti gli studi con prove a supporto, i risultati erano contrastanti.