Trattamenti farmacologici per la prostata

Ipertrofia Prostatica Benigna - Sintomi, Terapia o Chirurgia (TURP o Laser)

Totale della prostata

Ecco trattamenti farmacologici per la prostata sono le terapie a disposizione. E se il rischio di progressione è basso, le principali linee guida nazionali e internazionali consigliano un atteggiamento attento, di vigile attesa, iniziando una eventuale terapia soltanto nel caso in cui i disturbi si facessero più evidenti.

Qualora si renda necessario, secondo il parere del medico, potranno essere prescritti farmaci oppure la terapia chirurgica. Sono i farmaci di prima scelta; fanno parte di questa categoria alfuzosina, doxazosina, terazosina e tamsulosin.

I farmaci antiandrogeni sono preferiti soprattutto in caso di prostata particolarmente ingrossata. Esistono alcune sostanze fitoterapiche che si sono mostrate efficaci nel controllo dei sintomi dell'IPB, quali la Serenoa Repens e il Pygeum Africanum. Tra le tecniche più utilizzate ci sono la resezione transuretrale e la resezione endoscopica Turp. Prostata, ecco i consigli di Sergio Bracarda, responsabile del Centro oncologico dell'Ospedale San Donato di Arezzo, per mantenerla in salute e per identificare precocemente eventuali patologie.

Tempo di lettura: 6 trattamenti farmacologici per la prostata. Ok Annulla. Contrasta l'ingrossamento e l' infiammazione della ghiandola grazie alla sua azione antiandrogenica.

Ha effetto antinfiammatorio, efficace nelle forme iniziali associate a prostatite.